Master all’estero: come accedere?

{CAPTION}

Il mondo dei master post universitari è molto variegato ed offre a tutti i ragazzi la possibilità di ampliare le loro conoscenze e di  metterle in pratica, infatti la maggior parte dei master offrono  un periodo di stage  in aziende con possibilità di una futura assunzione.

Gli studenti italiani cercano e valutano sempre attentamente quelli che sono i master all’estero che vengono visti come  una valida  esperienza di arricchimento professionale e umano,  complice la crisi del mercato lavorativo  italiano. Un ragazzo che sceglie di fare un master in informatica (che risulta essere quello più richiesto) per esempio si orienta spesso verso l’estero.

Come scegliere un master all’estero

La prima cosa da sapere quando si sceglie di fare un master all’estero è che con  la parola master, a livello internazionale, si indica una laurea magistrale, come definito dalla Dichiarazione di Bologna del 1999, che allinea tutte le lauree della Comunità Europea.

I master all’estero sono divisi in tre grandi tipologie :

  • General Management

  • Specialisti, diversi per area aziendale e settori di attività

  • Business Administration

Per poter accedere ad un master all’estero  bisogna possedere  dei requisiti specifici che possono variare in base ai vari istituti.

I requisiti più importanti sono:

  • Conoscenza della lingua inglese, tutti gli studenti che vogliono accedere al master dovranno sostenere un test in lingua (prova scritta e orale)

  • Conoscenza di una seconda lingua, solitamente quella del paese in cui si è ospitati

  • Conoscenze di cultura generale

  • Esperienze lavorative pregresse magari anche all’estero

  • Lettera di raccomandazione scritta da terzi in cui si descrivono la caratteristiche positive del candidato

  • Curriculum scritto in inglese

Perchè frequentare un master all’estero

L’Italia è famosa per esportare la maggior parte dei suoi talenti accademici all’estero, infatti vista la crisi della scuola e dell’università molti giovani scelgono percorsi formativi all’estero per la presenza di strutture e strumenti all’avanguardia.  Anche i fondi per la ricerca risultano essere molto più alti rispetto a quelli destinati all’Italia.

Tra i vantaggi di un master all’estero troviamo:

  • Aumentare le possibilità di trovare lavoro (sia all’estero che in Italia), soprattutto nel caso di aziende che ricercano posizioni molto particolari e avanzate per lo standard degli studenti italiani.

  • Il curriculum vitae con un percorso all’estero è sicuramente visto in modo positivo dalle aziende in cui si farà richiesta.

  • Possibilità di confronto  con persone che lavorano all’interno delle multinazionali attraverso il tirocinio e comprensione di quello che è il modo di lavorare all’ estero

  • Seguire delle lezioni che vengono tenute in lingua straniera da docenti di altissimo livello

Lascia un commento