PVC: una scelta attuale

Le ristrutturazioni in casa, sono attività che capitano spesso e che possono interessare una maniglia rotta che ha bisogno di una riparazione o, con un costo più notevole, il cambiamento totale della pavimentazione. Il nostro clima mediterraneo, caratterizzato da inverni molto umidi, però ci obbliga di attenzionare un aspetto più nello specifico rispetto ad altri: gli infissi. Le vecchie abitazioni, quelle in cui hanno vissuto i nostri nonni, erano generalmente in legno e peccavano nei punti in cui gli infissi in PVC invece sono molto forti: Ottimo isolamento termoacustico, resistenza, durabilità, leggerezza e resistenza al fuoco. Non tutti però conoscono bene quali sono i vantaggi e le caratteristiche del Polivinile di Cloruro, ovvero un polimero termoplastico che, portato alla temperatura di 200°, viene estruso in profili che, dopo il raffreddamento, vengono tagliati e saldati tra loro. Il tutto avviene per produrre finestre e porta dalle altissime prestazioni isolanti.

I suoi vantaggi

Il PVC è uno dei materiali più plastici e utilizzati al mondo, questo grazie alle sue molte applicabilità: nonostante sia rigido al suo stato iniziale, può essere unito a plastificanti capaci di elasticizzarlo e modellarlo. Questo materiale possiede inoltre migliaia di applicazioni, che vanno dall’imballaggio nel campo edile, alimentare e farmaceutico, passando per i presidi medici-chirurgici, fino ad arrivare ai materiali per la protezione civile. Questa sua popolarità in più campi è dovuta al fatto che il PVC rispetta gli standard richiesti ed è adeguato per l’ambiente. Inoltre il polivinile di cloruro ha delle ottime prestazioni, è riciclabile, igienico e ha un prezzo accessibile al pubblico. Grazie alle sue qualità, questo materiale viene impiegato nella realizzazione degli infissi e delle finestre, proprio perché resistente a piogge e intemperie, è facile da pulire e non richiede chissà quanta manutenzione.

Un mix di materiali

Tra i produttori di infissi in PVC a Roma c’è aep-infissi, in grado di garantire un buon prodotto per chi ha deciso di attuare un cambiamento. Durante questo cambiamento si possono anche adottare soluzioni alternative che vedono l’impiego di più materiali. Le combinazioni risultano molto gradevoli esteticamente e anche utili in funzione di esigenze particolari che richiedono uno specifico colore all’esterno. Le modalità più gettonate sono: PVC/alluminio ( soluzione che prevede uno strato di alluminio esterno, di cui è possibile cambiare il colore e il PVC all’interno), PVC/legno ( dove il legno funge da struttura interna e il PVC in rivestimento)o legno/PVC/alluminio ( Caso in cui il legno si trova all’interno, si aggiunge una struttura in PVC e si riveste il tutto con l’alluminio).

 

Lascia un commento