Barba, baffi o pizzetto? Più sexy con il regolabarba

 

Insostituibile accessorio dell’uomo che ama avere un look virile ma non trasandato, il regolabarba è facile da usare. Ecco le dritte per per ottenere da lui il meglio, senza perdite di tempo o di denaro.

 

A COSA SERVE IL REGOLABARBA?

Sono passati gli anni in cui per avere un aspetto curato e sofisticato un uomo doveva essere sempre perfettamente rasato e mostrare la pelle liscia di un bambino. Fortunatamente la barba in ogni sua variante, dal pizzetto minimal al barbuto hipster style, è stata definitivamente sdoganata. L’importante è che il suo aspetto non sia mai lasciato al caso. Perché se viene trascurata comunica immediatamente l’immagine sgradevole di una persona trasandata. Curare il proprio look è importante e per farlo regolarmente, senza perdere troppo tempo davanti allo specchio, basta acquistare un buon regolabarba, accessorio indispensabile per essere sempre in ordine con poca fatica e a una spesa facilmente accessibile. Il regolabarba serve a curare nei minimi dettagli baffi, barba e pizzetto e non va confuso con il rasoio che si può utlizzare solo per tagliare la barba. E nemmeno lo si può sostituire con il tagliacapelli perché quest’ultimo non è in grado di offrire la stessa precisione e le medesime lunghezze di taglio che un regolabarba invece può assicurare.
regolabarba infatti sono realizzati con testine di taglio molto piccole, in genere inferiori ai 20 millimetri e per questo riescono a definire con precisione i contorni. Se vuoi mantenere inalterata la lunghezza della tua barba, dei baffi, del pizzetto o di una barba magari non troppo lunga ma con un disegno particolare, va da sé che l’utilizzo praticamente quasi quotidiano di un apparecchio di grande precisione come il regolabarba è pressoché necessario.

 

ADDIO BARBIERE

Avere la barba sempre in ordine significa muoversi su tre fronti:

  • regolare la forma generale,
  • controllare i singoli peli o certe aree di peli
  • tenere sotto controllo la lunghezza.

Per potere fare tutto ciò, con risultati apprezzabili anche se si è alle prime armi e senza andare dal barbiere, è indispensabile usare il regolabarba che attraverso le guide di taglio regolabili rende il tutto molto semplice. È sufficiente infatti regolare la lunghezza desiderata per ottenere un risultato più preciso di quello che offre un banale rasoio e allo stesso tempo per riuscire a catturare i peli delle zone più difficili senza strappi e senza evidenti disomogeneità. Questo non significa che il regolabarba è adatto solo a chi vuole uno styling scolpito di barba e baffi, è perfetto anche per chi preferisce un look più selvaggio, basta semplicemente settare la modalità di taglio sulla lunghezza desiderata.

 

COME SI USA IL REGOLABARBA?

Come usare il regolabarba. Se i peli sono lunghi, conviene passare il regolabarba dall’alto verso il basso, in pratica seguendo il verso del pelo, così da sfoltire la massa. Per una barba corta e omogenea basta radersi contropelo, mentre per definire i contorni o anche solo per un look sagomato è bene capovolgere il regolabarba e muoversi a piccoli tocchi. Attenzione: bisogna partire sempre dalla parte esterna, quella da radere completamente, e poi arrivare piano piano alla parte che deve rimanere più folta, così da non rischiare di sbagliare e rovinare il disegno della barba.
In commercio si trovano pratici modelli impermeabili che permettono l’utilizzo sotto la doccia e sono utili anche per rimuovere i peli del corpo. L’importante quando si usa un regolabarba di questo genere è inumidire sempre la barba, anche quando non si è sotto l’acqua, in modo da ammoribidire i suoi peli e renderli più docili al contatto con le lame.
Cosa invece da non fare con i regolabarba tradizionali, per i quali è sempre meglio avere una pelle sempre perfettamente asciugata. Infine la manutenzione, operazione necessaria per garantire una lunga vita al regolabarba: alcuni modelli hanno la testina lavabile, una comodità che permette di rimuovere velocemente ogni residuo sotto l’acqua, ma questo non esclude che per mantenere le lame taglienti si debba anche pulire con la spazzolina e ungere con qualche goccia di olio lubrificante.

 

 

Lascia un commento