Investimenti Millennials 5 consigli utili

Investimenti Millennials  5 consigli utili

I millennials non hanno l’abitudine di investire né di risparmiare, non avendo a disposizione un capitale e neppure una formazione sulla finanza. Ecco allora 5 consigli per investimenti per i più giovani che vorrebbero capirne qualcosa in più, tra rendimenti BTP e altre espressioni difficili.

Investimenti Millenials, le premesse

Perché quasi nessun giovane investe? Sicuramente per mancanza di liquidi e di capitali. Senza lavoro, con ben poche aspettative professionali per il futuro più prossimo, è davvero molto difficile per un under 30 decidere di fare qualsiasi tipo di investimento. Anche per questo non hanno quasi nessuna cognizione finanziaria, che diventa il secondo principale motivo per cui gli investimenti tra i più giovani languono. Senza capitale e senza strumenti, pensare di investire qualcosa è un’impresa quasi impossibile. Eppure basta usare la tecnologia tanto amata dai millenials, magari anche semplicemente qualche applicazione da scaricare direttamente sullo smartphone con cui essere aggiornati in real time su eventuali movimenti e notizie del mondo finanziario di tutto il mondo. Ci sono anche diverse applicazioni che oggi consentono di fare investimenti, comprare e vendere titoli e azioni, come mai prima d’ora. Come cominciare però? Rimanendo attaccati alle informazioni di base, quelle necessarie, come il valore di un’azione, il dividendo, la crescita o la perdita, la stabilità economica. Nozioni basilari, semplici, da controllare e gestire in modo piuttosto semplice e diretto.

I passi pratici per un buon investimento

Non avere fretta e dotarsi di pazienza è una delle regole d’oro che spesso ai millenials proprio non va giù. Abituati quasi sempre ad avere tutto subito, la finanza e il sistema degli investimenti, che spesso si muove su uno spazio temporale mediamente lungo, tende a soddisfarli poco. Tuttavia, qui si parla di capitali, anche piccoli, e come tali vanno gestiti e rispettati nel migliore dei modi. Quindi senza sosta, ma senza fretta. Cominciamo da piccole somme, magari anche meno di 100 euro al mese da destinare a all’acquisto di azioni oppure di valute. Attenzione al rischio ovviamente, che in finanza consiste nella perdita economica. Facciamo investimenti che consentano di essere sempre molto contenuti rispetto al possibile rendimento che ci aspettiamo nel lungo periodo. Questo vorrà dire giocare pulito, avere molta pazienza, investire piccole somme poco a poco e vedere come vanno il mercato nel tempo. Il grande vantaggio è proprio la giovinezza, che ci dà la possibilità di fare investimenti anche decennali senza troppe paure, per quello che riserva il futuro.

Lascia un commento