Il Carnevale di Sciacca: maschere e divertimento

Il Carnevale di Sciacca: maschere e divertimento
in foto: Carnevale di Sciacca. Foto da Wikipedia

Il Carnevale di Sciacca è uno degli eventi più importanti della nostra Italia. Insieme alle altre manifestazioni del Carnevale come Venezia, Viareggio o Maiori, il Carnevale di Sciacca richiama tantissimi curiosi e turisti che amano lasciarsi andare all’allegria e al brio di questo evento. Il primo documento ufficiale in cui viene citato il Carnevale di Sciacca è del 1889, anche se la tradizione del carnevale nella città siciliana si fa risalire a 1600, mentra alcuni documenti lo datano addirittura all’epoca dell’Antica Roma.

Durante la sua lunga storia il Carnevale di Sciacca ha vissuto vari cambiamenti. Infatti, inizialmente era una festa popolare, che somigliava più ad una sagra di paese. Durate i festeggiamenti era usanza consumare i piatti tradizionali come salsicce, cannoli e vino, mentre la gente si travestiva come meglio credeva. Solo durante gli anni 20 del XX secolo, fecero la loro comparsa i carri allegorici con figuranti che recitavano nel dialetto locale e ballavano sule note di piccole orchestre. Ai primi carri rudimentali seguirono le istallazioni in cartapesta meccanizzate. I carri che sfilano per la città rappresentano temi che riguardano la politica e la società. La particolarità di Sciacca sta nel fatto che i carri non vengono costruiti pezzo per pezzo e poi assemblati, ma vengono montati in strada dai cosiddetti “carristi”. Il Carnevale di Sciacca è molto coinvolgente ed emozionante e l’organizzazione non lascia nulla al caso curando i minimi dettagli. Anche se bisogna sottolineare che la festa ha vissuto anni difficili, come il 2012 quando non è andata in scena la sfilata dei carri a causa dei problemi economici del comune.

Il Carnevale di Sciacca inizia come ogni anno il Giovedì Grasso con la consegna delle chiavi della città al Re del Carnevale e va avanti tra eventi e colori fino al Martedì grasso.

Il programma del Carnevale di Sciacca

carri allegorici siciliain foto: Carnevale di Sciacca

Il Carnevale di Sciacca 2019 è in programma dal 28 febbraio (Giovedì Grasso) fino al 5 marzo (Martedì Grasso). Come ogni anno il primo giorno dei festeggiamenti del Carnevale è uno dei momenti più attesi, infatti, c’è la simbolica consegna delle chiavi della città al Re del Carnevale ossia Peppe Nappa, la maschera del luogo. I festeggiamenti continuano fino a Martedì Grasso. Durante queste giornate saranno tanti i momenti divertenti con vari spettacoli che allieteranno i visitatori e gli abitanti della città.

I carri vengono montati in strada il giorno prima della sfilata. Quest’anno venerdì primo Marzo ci sarà la prima sfilata dei carri allegorici. Il corteo vede la maschera locale di Peppe Nappa in testa alla sfilata che distribuisce vino e salsicce alla brace. Questo rito si ripete per tutta la durata del Carnevale. Dal 2011 il vino è stato sostituito dall’aranciata. Le sfilate continueranno il sabato 2 Marzo a cui seguirà uno spettacolo sul Palco di Piazza Angelo Scandaliato.

Domenica 3 Marzo ci sarà il Carnevale dei Bambini, con vari apettacoli di animazione con artisti di strada e personaggi dei cartoni. Riprenderà anche la sfilata dei carri con altri spettacoli nella piazza principale. Il corteo si ripeterà anche lunedì 4 Marzo.

Il 5 Marzo è la giornata finale del Carnevale quando è prevista l’ultima sfilata dei carri. La parte finale del Carnevale viene sancita con il funerale che segna la fine dei festeggiamenti. Durante questo momento Peppe Nappa viene portato in piazza e bruciato in un rogo. Nell’ultima giornata del Carnevale sarà anche decretato il Carro più bello, premiato da una giuria.

Fonte: Il Carnevale di Sciacca: maschere e divertimento

Lascia un commento