Regole Salva Energia per risparmiare sulle bollette

Regole Salva Energia per risparmiare sulle bollette

Fortunatamente oggi sul mercato degli elettrodomestici non si fatica a trovare un’ampia scelta di modelli eco-green pensati proprio per l’abbattimento dei consumi e la salvaguardia dell’ambiente.
I modelli di lavatrice a basso consumo, per esempio, caricano la minor quantità di acqua nel cestello, lavano con risultati ottimi anche a temperature più basse (30 gradi ma anche meno) e hanno cicli di lavaggio rapido di durata nettamente inferiore rispetto a quelle delle lavatrici più vecchie.

Le lavatrici ad acqua calda solare, poi, usufruiscono dell’energia solare e sono perfette in abitazioni dalle coperture a pannelli solari. Qui l’acqua che si utilizza è già calda.

Inoltre, come anche per gli altri elettrodomestici, è possibile abbattere i costi in bolletta facendo partire le macchine nelle fasce orarie più convenienti, in genere nel week end e la sera. Molti nuovi elettrodomestici permettono di caricare il cestello e programmare lo start all’orario stabilito. Anche la lavastoviglie, alla quale è diventato quasi impossibile rinunciare, va scelta e usata con responsabilità. Innanzitutto se si vive soli o in due è inutile acquistarne una da dodici coperti: andrà benissimo anche un modello più piccolo.
Tante le teorie anche sulle modalità di carico, ma in genere viene suggerito di non mettere i piatti sporchi direttamente nel cestello, ma sciacquarli prima. Pentole e piatti si faranno asciugare poi aprendo lo sportello per poi riporli: evitando il programma di asciugatura si può risparmiare fino al 45% di energia.
Importante anche la scelta relativa al posizionamento dello scaldabagno: dovrebbe sempre stare in prossimità dei luoghi di erogazione dell’acqua (lavabo, lavandino, doccia) per evitare che l’acqua faccia un percorso lungo nelle tubature.
Abitudini Quotidiane da modificare
Nel tentativo di salvare energia, non possiamo trascurare le nostre abitudini quotidiane nell’uso di pc, tv, cellulari e tablet. Quanti di noi si ricordano di spegnere la tv piuttosto che ricorrere allo stand-by? Sicuramente pochissimi, ma purtroppo gli oggetti in stand-by continuano a sprecare energia e questo contribuisce anche all’usura degli stessi. Un altro suggerimento che possiamo darvi è quello di staccare computer, cellulare, modem e tablet, almeno una volta al giorno, la sera prima di dormire, anche per evitare inquinamento elettromagnetico e salvaguardare il nostro riposo essendo completamente disconnessi. Detto e ridetto è il suggerimento di scollegare dalla presa elettrica, dopo l’uso, i carica batterie di tutti gli strumenti che usiamo quotidianamente per essere connessi.
Come ridurre i costi e i consumi della luce
Anche l’uso della luce in casa va monitorato, scegliendo lampade a basso consumo che durano molto più a lungo e permettono di ridurre i consumi. Si tenga presente che sebbene molto suggestivi, i faretti esauriscono molta energia. Sono da considerare anche i sensori di movimento capaci di far luce sul locale solo in presenza di qualcuno nei paraggi: ideali per i locali meno frequentati.

 

Lascia un commento